Home > Uncategorized > SULL’ORLO DEL BARATRO. Il fallimento annunciato del sistema denaro

SULL’ORLO DEL BARATRO. Il fallimento annunciato del sistema denaro

L’Associazione Eur-eka propone la sua seconda iniziativa del 2012 presentando, in anteprima nazionale, l’ultimo libro di Alain De Benoist: Sull’orlo del baratro. Il Fallimento annunciato del sistema del denaro”.  L’incontro, che prevede la partecipazione dello scrittore francese, è realizzato in collaborazione con l’associazione bolognese “Faremondo” e con la modenese “Terra e Identità”.

 
 

****

 
 

 
 
 
 
 

****

 
 

SULL’ORLO DEL BARATRO.

Il fallimento annunciato del sistema denaro

 

Sabato 21 Aprile, a Sassuolo (Modena), incontro-dibattito con

Alain De Benoist

saggista e filosofo francese, autore dell’omonimo libro pubblicato in Italia da Arianna editrice.

Introduzione e moderazione di Stefano Vernole, redattore di Eurasia. Rivista di studi geopolitici

 

Mentre il sistema finanziario internazionale è scosso dalle basi, la crisi dell’euro sta spaventando il mondo intero e mette in ginocchio le economie reali di vaste zone dell’Europa.

Il debito continua ad aumentare, come pure i deficit che hanno raggiunto un valore molto alto. Le contraddittorie stime degli esperti si sommano all’impotenza dei politici. Nessuno ha ricette pronte e tutti navigano a vista.

Siamo forse giunti alla fine del sistema del denaro?

L’usura sta minacciando fortemente la nostra realtà quotidiana. Sotto accusa sono i metodi con cui i mercati finanziari e le banche operano: acquistano grandi quantità di azioni e obbligazioni degli Stati indebitati, si impadroniscono dei loro averi a titolo di interessi su un debito consistente in una montagna di denaro virtuale che non potrà mai essere rimborsato.

Ma l’indebitamento è come la crescita materiale: né l’uno né l’altra possono prolungarsi all’infinito, il rischio concreto e attuale è che il sistema del denaro perisca attraverso il denaro medesimo.

Non è certamente limitandosi a “indignarsi” che cambieranno le cose. Lo sdegno che non sfocia nell’azione è una comoda maniera di sentirsi a posto con la coscienza.

Solo l’intervento risoluto dei ceti popolari può dare al risentimento suscitato dalle pratiche della Forma-Capitale, o semplicemente al malcontento antibancario, una base sociale concreta in grado di invertire la rotta verso un modello comunitario di economia.

A partire dalle ore 16.30, presso la sala conferenze “Gian Paolo Biasin”, in via Rocca 22.

L’iniziativa, promossa dalle associazioni Eur-eka e Faremondo (Bologna) e Terra e Identità (Modena),  gode del patrocinio del Comune di Sassuolo.

L’ingresso è libero e gratuito.

Per informazioni e contatti: sassuolodebenoist@yahoo.it


****

 

Al seguente link riportiamo alcune indicazioni per raggiungere la sala

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 7 aprile 2012 alle 20:03

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...